mercoledì 13 maggio 2009

Capitolo 10

*Finalmente Peter passa la telefonata al padre*
Edward: Anita?
Anita: Edward! Finalmente! Ma si può sapere che cazzo combini con Peter? Gli hai detto tutto?
Edward: Ma è così dotato Anita! Riesce a smontare e rimontare il mio Uzi in 50 secondi netti.
Anita: Blahhhh! Dio santo che vomito…meno male che non ti vedo in faccia, scommetto che ti brillano gli occhi. Ci sei dentro fino al collo vero?
Edward: Ma che vuoi? Mica starai sprecando un’ interstatale per fare quattro chiacchiere? La mia politica è niente domande personali.
Anita: * Sogghignando* Perché, ti sembro il tipo?
Edward: Mhuamhuamhua!
Anita: Mhuamhuamhua!
Edward: Allora? *Fregandosi le mani* Che mostro nuovo è arrivato a St.Louis?
Anita: Se ti dico Arlecchino cosa rispondi?
Edward: *Alzando le spalle* Che come costume di carnevale è un po’ datato: Becca vuole il vestito da twinx.
Anita: Ma che c’entra! L’Arlecchino è la polizia segreta dei vampiri e quando ti vengono a trovare non è uno scherzo…sono cazzi amari!!!
*Improvvisamente si sente un’interferenza*
Bimbopeter: Ficoooooooooo! Avevi ragione Papi con lei ci si diverte sempre!
Edward: Non origliare Peter. Sigh! Accidenti a quando gli ho lasciato il telefono in camera…allora quando parto?
Anita: E non hai paura di lasciare Donna?
Edward: Ummm…ma anche no?
Anita: E se muori?
Edward: * Impassibile* O muori da eroe o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo.
Anita: *Sospirando* E tu non sei un eroe.
Edward: Ovvio.
Anita: Che si preoccupa del figlio adottivo…* Prendendolo in giro* Eddy prova le emozioni! Eddy prova le emozioni!
Edward: * Freddamente* La prima cosa che impari dalle emozioni è che hanno un prezzo. E poi senti da che pulpito…parla una che si scopa un non morto.
Anita: *Alzando gli occhi al cielo* Ancora con ‘sta storia! Che sarà mai scopare con un morto, capirai! Mio padre scopa con un cadavere da trent'anni ed io dovrei pure chiamarla mamma!
Edward: Hai ragione. Tra morti vivi e vivi morenti siamo tutti uguali. Ma si può sapere cosa avete combinato per portare il carnevale a St.Louis?
Anita: Combinato? Chi, noi?
Edward: Anita…
Anita: Ok, ok. Potrebbe essere che qualcuno abbia sentito dire che io e Jean-Claude abbiamo fatto il mazzo a Auggie.
Edward: Auggie come Augustine, il Master di Chicago?
Anita: Già. Il mese scorso.
Edward: In che senso gli avete fatto il mazzo?
Anita: Nel senso che abbiamo tirato fuori una cura medioevale per il suo culo. Alla lettera.
Edward: Ah.
Anita: E poi c’è stata una modesta esplosione di potere orgasmico. Dell’ordine di qualche km quadrato.
Edward: Ah.
Anita: E poi abbiamo avuto tutti un upgrading al livello superiore. Byron per esempio riesce ad allacciarsi le scarpe da solo.
Edward: Mannaggia! Io vi avrei seccato solo per questo. Senti Anita non ti offendere, ma a questo punto mi sento obbligato a farti una serie di domande.
Anita: Cosaaaaa? E la tua politica del niente domande personali?
Edward: * Freddamente* Il lavoro è lavoro Anita. Se vuoi che ti aiuti devo avere il background e su voi ragazzi ultimamente girano un sacco di voci.
Anita: Che novità…
Edward: Tutta roba incredibile per carità, ma sono un professionista e devo verificare.
Anita: Spara! *Rettificando subito* Cioè, parla!
Edward: Si dice che Jean-Claude sia stato promosso capo della sua linea di sangue e che abbia rotto con Bellemorte.
Anita: * Molto orgogliosa* Sì, il mio tesoruccio è diventato Sourdre de Sang, tutto merito mio si capisce, perché dietro un grande uomo c’è una grande donna e purtroppo no. Non ha rotto con Belle. E’ Belle che ha rotto. I marroni.
Edward: Ok, si dice che tu, la regina della monogamia, cioè, della bigamia, abbia una sfilza di amanti. Buffo, no?
Anita: *Pensosa* Ummm…che vuol dire sfilza?
Edward: Eh?
Anita: Più di tre, più di quattro, più di cinque?
Edward: Ehm…più di cinque?
Anita: Ok. *Contando sulle dita della mano* Uno, due, tre…forse ho una sfilza di amanti. Forse.
Edward: Io ero rimasto a due.
Anita: C’è Jean-Claude, Richard quand’è di buon’umore (ultimamente mai), Nathaniel, Micah, Asher-
Edward: Asher? Il secondo di JC? Non sapevo che i vampiri master condividessero volentieri.
Anita: In effetti Asher condivide malissimo. Vabbè che c’era prima lui, ma chi va a Roma perde la poltrona!
Edward: Ma di chi stiamo parlando?
Anita: Niente, niente…
Edward: Allora senti questa: dicono che per far parte del bacio di Jean-Claude si debba pagare pegno in natura.
Anita: *Scuotendo la testa* Non ho visto sacchi di patate.
Edward: Intendo che si debba andare a letto con lui!!!
Anita: *Urlando* Ci devono solo provare!!
Edward: Ok, lo prendo per un no, questo è falso. E che poi debbano passare da te?
Anita: Ehi! Ho una vita sessuale fantastica, ma non così fantastica!!
Edward: Ok. Se mi dicevi no alla seconda non ti avrei chiesto niente, ora però sono obbligato. Dicono che sei diventata una specie di vampiro che si nutre di sesso. Non è ridicolo? Huahuahua! Mi sono fatto di quelle risate…
Anita: Ehm…
Edward: Tu una non morta. Huahuahua!
Anita: *Imbarazzata* Arriva un momento della vita in cui ti accorgi di conoscere piú morti che vivi!
Edward: Anita? Perché non ridi?
Anita: *Facendo la vocina* E’ che ci sarebbe un piccolo fondo di verità…
Edward: Piccolo? Quanto piccolo?
Anita: Non sono un vampiro, sono viva.
Edward: Ahhhh! Volevo ben dire.
Anita: Però mi nutro di sesso.
Edward: Anita! *Scandalizzato* Sei diventata un mostro!!!
Anita: La mia anima gemella mi abbandona. *Una lacrimuccia le scende sulla guancia* Sniff!
Edward: Ma scherzi? E’ fichissimo! *Tutto allegro* Ho un altro motivo per farti fuori un giorno.
Anita: Quello che mi piace di te è che sai sempre vedere il bicchiere mezzo pieno. Insomma…come vedi la situazione?
Edward: Fammi pensare… sei in una pozzanghera di merda e non hai le scarpe adatte!
Anita: Questo lo sapevo già.
Edward: Ma io te le porterò Anita.
Anita: Contavo proprio su questo.
Edward: A proposito di scarpe…mi dovrò portare qualche scarpone di ricambio.
Anita: Nooooo! Altri pazzi che sarò costretta a uccidere? Questa è tutta una strategia per farmi restare in debito con te.
Edward: Anita. *Insistendo* Per tirar fuori qualcuno dall'inferno c'è da sudare!
Anita: Ok. Chi porti?
Edward: Sorpresa, sorpresa.
Anita: *Sospettosa* Ti avverto che devono superare un livello minimo di avvenenza. Non si può mai sapere con le emergenze metafisiche…il modello Bernardo è sempre gradito.
Edward: Pensavo a qualcosa di più spirituale.
Anita: Spirituale? Cazzo. Donna ti sta davvero rovinando. Dov’è finito il killer senza pietà? Il sociopatico che ha ucciso non si sa quante persone?
Edward: Il problema non e' quante persone io abbia ucciso, ma quanto vada d'accordo con quelle ancora vive…
Anita: *Ridacchiando* Ma se adesso accompagni Becca ai saggi di danza!
Edward: Guarda che le altre mamme sono peggio delle iene!!!

3 commenti:

RatMan ha detto...

Sei un genio!

Ricciolineri ha detto...

LOL! Ci vuole ogni tanto un'iniezione di fiducia ;-)

WillyWonka ha detto...

Cerchi sponsorizzazioni?